Graphic News – Un nuovo modo per raccontare il mondo

Graphic News nasce come progetto di contaminazione multimediale tra il mondo delle illustrazioni e quello giornalistico.

Da uno dei primi articoli del loro blog si legge:

Abbiamo sede a Bologna, città crocevia per molti fumettisti. Era naturale quindi iniziare a collaborare con autori che studiano o lavorano qui, o che da qui sono passati. Per questo motivo alcune delle storie che presentiamo hanno un’origine bolognese, ma le abbiamo scelte stando attenti che fossero rappresentative a livello nazionale e se possibile internazionale.

Partendo da Bologna e radunando un buon numero di collaboratori, Graphic News ha sicuramente raggiunto un pubblico molto ampio anche grazie alla divulgazione dei suoi contenuti in inglese.
Com’è stato possibile arrivare a questo traguardo, a conquistare gli utenti di internet?
Sicuramente molto è dovuto al percorso di rivalutazione che la letteratura illustrata ha portato avanti negli ultimi anni. Sempre più affermato come strumento narrativo per il web, il fumetto è riuscito a scrollarsi di dosso la vecchia nomea che lo relegava a una sfera comunicativa prettamente destinata a un pubblico giovane e non interessato a seguire le notizie del giorno.

Questa nuova reputazione è stata raggiunta a fatica grazie al riconoscimento internazionale di autori che hanno saputo raccontare attraverso parole e disegni la realtà a cui si approcciavano o da cui provenivano: Joe Sacco, Marjane Satrapi, Emmanuel Guibert, (solo per citarne alcuni).

Prendendo spunto da questo nuovo panorama, l’intuizione del progetto di Graphic News è stata quella di coinvolgere illustratori con stili diversi e dai trascorsi più disparati.
Graficamente le storie sono presentate al pubblico come se fossero contenute in dei lunghi slideshow, permettendo alle tavole una valorizzazione notevole e superando lo stile long page (vedi Zerocalcare). In questo modo l’occhio non cade involontariamente sulle tavole successive e l’effetto di comparsa dei testi sulle immagini risulta molto più dinamico. Sono molte le storie che questo contenitore ha raccolto in poco meno di un anno.

illustrazione Emanuele Giacopetti, Graphic News, articolo blog youston lab
Illustrazione di Emanuele Giacopetti

Nelle sezioni di Graphic News sono ordinate numerose storie che puntano l’occhio sull’attualità, componendo una sorta di mappa ideale dei cambiamenti in corso nella società.

illustrazione di Lorenza Natarella, Graphic News, articolo blog youston lab
Illustrazione di Lorenza Natarella

Si può leggere delle storie dei migranti e del loro viaggio attraverso l’Europa, come in La bolla di Ventimiglia di Emanuele Giacopetti; si può scoprire con gli occhi di Lorenza Natarella l’assurda crociata del sindaco di Venezia contro la cosiddetta letteratura “gender”; ci si può appassionare alle vicende della piccola squadra di calcio del Lebowski raccontate dai Brochendors Brothers.
Graphic News dimostra che l’informazione a cui siamo abituati, la cosiddetta informazione 2.0, basata sulla rapidità e su contenuti spesso carenti, può essere fatta in un modo decisamente diverso.

Restituire centralità alla notizia e fermare l’attenzione degli utenti, inficiata sempre più dal consumo passivo di informazioni, è il grande traguardo che il progetto Graphic News è riuscito a raggiungere.

Tag: